giovedì, agosto 1

Ancora un cheesecake

Lei sarebbe dovuta arrivare da me il 28 luglio e ripartire oggi. 
E avrebbe dovuto aiutarmi a mangiare questo cheesecake. 
Ma siccome, dati gli imprevisti dell'ultimo minuto... è stato rimandato tutto a data da destinarsi... io intanto il cheesecake me lo sono magnato da sola :D

La ricetta è sempre di Aria... ve l'ho mai detto che il suo blog è una miniera d'oro?? vorrei provare tutte le sue ricette, ma il tempo è troppo poco!!





Cheesecake al doppio cioccolato
adattato da qui

Ingredienti:
per uno stampo apribile di diametro 22 cm 

per il fondo:
300 g di biscotti secchi
150 g burro fuso (me ne è servito più della ricetta originale, forse i miei biscotti erano molto più "secchi" di quelli di Aria)
2 cucchiai di miele di acacia (anche qui ho dovuto aumentare un po' la dose)

per la farcia:
200 g di robiola di mucca (in origine 100 g di capra - se la trovate - e 100 g di mucca)
300 g di ricotta fresca
3 uova
60 g zucchero semolato (il mio di canna non è buonissimo...)
50 ml di panna fresca
100 g cioccolato bianco
1 cucchiaio di estratto di vaniglia

per la copertura:
150 ml panna
100 g cioccolato fondente
1 cucchiaio di sciroppo d'acero

(non l'ho usata tutta, ne ho tenuta indietro 1/3 di bicchiere)



Preparazione:

Tritare i biscotti al mixer finemente, unire il burro fuso e il miele, (i biscotti devono essere inumiditi omogeneamente) quindi compattare bene il composto sul fondo e sulle pareti di uno stampo foderato di carta forno (io ho usato carta stagnola); mettere la teglia in frigo;

lavorare la ricotta e la robiola in una ciotola con una forchetta, unire lo zucchero, l'estratto di vaniglia, le uova (una alla volta) - io con una frustina - quindi il cioccolato bianco fuso;

unire per ultima la panna e lavorare bene per ottenere un composto liscio e senza grumi;

versare il composto nello stampo foderato di biscotti (foderare la teglia esternamente di carta di alluminio), cuocere a 170°C per 40/50 minuti (io: 165°C per 1 ora e 10 min. a 170°C): dovrà essere leggermente dorata in superficie e, anche se rappresa, la farcitura al centro dovrà apparire ancora un po' "ballerina" scuotendo la teglia;

(io ho visto troppo tardi che si poteva unire un cucchiaio di farina alla farcitura, ma è venuta bene ugualmente)

lasciar raffreddare il dolce a temperatura ambiente, quindi mettere lo stampo in frigorifero per tutta la notte;

guarnire a piacere con la ganache, preparata scaldando la panna su fuoco basso, senza farla bollire, e sciogliendoci dentro il cioccolato e lo sciroppo; lasciar intiepidire prima di versarla sulla cheesecake;

mettere in frigo affinché la ganache solidifichi e estrarre il dolce dal frigo una mezz'oretta prima di consumarlo.

(nota: io ho versato la ganache sopra la cheesecake una volta che il dolce si era raffreddato, lasciato il tutto in frigo e sformato la mattina successiva)

4 commenti:

Barbara Palermo ha detto...

Di cheesecake non se ne ha mai abbastanza, specialmente quando sono favolosi come il tuo!

Ale ha detto...

che aspetto meraviglioso, complimenti! questa cheesecake viene voglia di addentarla subito!

Maria Grazia ha detto...

Ma è strepitosa! Suppongo sia impossibile fermarsi alla prima fetta di questa incredibile cheesecake, Serena!
Bravissima!

Alice ha detto...

che buono dev'essere!!!! rimedieremo :) :* :* :*