giovedì, maggio 19

Giovedì… piadine! (e un cassone)

 

Era un po’ che mi guardavo intorno per cercare “la ricetta perfetta” (perfetta per me ;) )

Ieri ho scoperto su youtube questo fantastico canale. Alessandro, il cuoco che ci presenta le sue ricette nei video, non lo conosco personalmente, ovvio. Ma da quel che ho letto non ho potuto far a meno di reputarlo una persona estremamente disponibile, gentile, e carina.

Il suo canale (che vi invito a visitare – le sue ricettine sono fantastiche e spiegate benissimo!) l’ho scoperto grazie a una ricerca di ricette di piadina che ho fatto ieri mattina. La sua ricetta è questa (qui invece la versione sfogliata marchigiana che prima o poi proverò).

In pratica ho seguito la sua ricetta, con qualche variante:

ho dovuto aumentare di un poco l’acqua;

oltre a un pizzico di bicarbonato ho messo anche un pizzico (ma davvero un pizzico) di lievito per torte salate;

ho steso la pasta più sottile di come (mi pare) lo abbia fatto lui nel video.

 

Tanti tanti complimenti Alessandro :)

 

Piadina romagnola (più simile a quella di Rimini)

adattata da ateliercucina (Alessandro)

 

Ingredienti

io ho ottenuto 6 piadine e 1 cassone

 

500 g farina 00

170 g strutto

200 ml acqua (io ca. 230)

10 g sale

1 pizzico bicarbonato (1 g ca.)

1 pizzico di lievito per torte salate (1 g ca.)

 

Procedimento:

impastare bene (io nel ken) per circa 15 minuti tutti gli ingredienti; fare una palla e mettere a riposare un poco in frigo; dividere l’impasto in 6 porzioni, stendere ognuna spessa 1-2 mm (quasi che si veda attraverso); per fare la forma perfetta ho usato un piatto piano ribaltato, e tagliato la circonferenza 0.5 cm più larga rispetto al diametro del piatto, con una rotella da pizza; con gli scarti delle 6 piadine ho ottenuto la 7a piadina;

cuocere ogni piadina sulla teglia antiaderente ben calda, a fuoco vivace ma non troppo, finché non è cotta da entrambi i lati e ha le classica colorazione “maculata”;

per il cassone: da una parte di impasto ricavare un disco di pasta (tirato più spesso, circa 3 mm di spessore), farcirlo su una metà (lasciando 2 cm e mezzo di bordo) (il ripieno classico sono erbette di campo saltate in padella o pomodoro e mozzarella, ma di ripieni ce ne sono svariati), coprire con la metà di disco non farcito, sigillare bene il bordo (come per fare un panzerotto) e tagliare l’eccesso con una rotella dentellata. (io l’ho farcito con peperone e zucchina grigliati e fettine di emmethal)

cuocere a fuoco più basso della piadina, e per un po’ più tempo, su ogni lato, poi “in piedi”, quando è quasi pronto, per far cuocere anche sul lato dove il dico di pasta fa la piega (il lato dritto… s’è capito?)

piadinecassoni003

le piadine, man mano che sono pronte, le sovrappongo su un piatto da pizza rivestito con un canovaccio pulito, e poi le copro con un altro canovaccio (così non si seccano e stanno calde).

Le bolle che in cottura si formano nella piadina andrebbero bucate o schiacciate per non farle gonfiare… sinceramente a me non disturbano, quindi le lascio ^_-

 

Credo e spero di aver scritto tutto.

Grazie ancora ad Alessandro.

 

 piadinecassoni001

piadinecassoni002

(sul cassone c’è ancora da lavorarci XD)

 

altre risorse:

piadina@Spelucchino.blogspot (con suggerimenti per ripieni)

cassone@spelucchino.blogspot (con suggerimenti per ripieni)

cassoni@lacuocafelice.blogspot

15 commenti:

franci ha detto...

Sono perfette. Ammetto di averle sempre comprate, ma dopo aver visto questa ricetta mi è venuta voglia di provare a farle. Bravissima!

elenuccia ha detto...

Ti sono venute benissimo....e te lo dice una romagnola ;)
da noi (io sono forlivese) si fanno un po' più grosse e infatti non fanno le bolle belle grosse come queste. Comunque la piadina è sempre buona :)))

Serena@TentarNonNuoce ha detto...

franci provale perché son facilissime e non hanno nulla da invidiare a quelle comprate :) puoi anche farle, cuocerle, e surgelarle da fredde, così ce le hai sempre pronte in freezer :)

ele, grazie!! sì sì so che sei forlivese :P ho studiato a forlì :) :P per quello ho specificato che è più simile a quella di rimini (e spero di non aver detto una cavolata... o era riccione?) insomma, quelle che prendo alla coop... che son sottilissime :) a me piacciono un po' di più, se posso scegliere ;) ma hai ragione te... in tutte le salse, spessa o sottile... è sempre buona, e ovvio, il top... è se viene mangiata direttamente sul posto in uno di quei chioschetti vicino alla spiaggai :D (implicazione: significa che sei andata a fare un giro al mare... cosa di cui ho una gran voglia :( )

un bacione ladies :*

paola ha detto...

ma che belle e buone le proverò anche io!!! Complimenti per il nuovo look, adesso sì vede che sei dottoressa!

Mari e Fiorella ha detto...

Oh ,ma che meraviglia.....complimenti,non conoscevo il cassone....e cosa mi sono persa.......

elenuccia ha detto...

Si quella di rimini è più sottile rispetto alla nostra. Però le piadine NON si comprano al super...nonono sacrilegio, sono troppo orribili ^___^
quelle che si fanno a forlì sono un po' più spesse ma niente a che fare con quelle che si comprano.
Se ti capito di passare in un paesino sperduto sul mare che si chiama Lido di Classe non farti mancare una piadina al chioschetto...la migliore che abbia mai mangiato :)

ELel ha detto...

Che buona la piadina!!! Il ricordo più bello dei miei due anni passati a Ravenna!

Loredana ha detto...

Io e mia figlia abbiamo deciso che sarà la nostra cena di sabato ; )
grazie dell'idea
ciao loredana

Roxy ha detto...

MAgnifica la piadina....e anche il cassone!!!
Vado a sbirgiare su youtube!

Federica ha detto...

Uhhhhh le piadine! Da quato tempo voglio farle e rimand sempre! Sono perfette e già mi immagino che spettacolo un bel piadina-party :D! Baci, buon we

P.S. per la torta non credo ci sia nessun problema a sotiture le noci con le nocciole, anzi! Per i miei gusti è un'ottima sscelta ;)

NIGHTFAIRY ha detto...

Adoro le piadine, ti sono venute benissimo!Complimenti!

accantoalcamino ha detto...

Davvero invitante, "ello" le compera sempre, mi piacerebbe fargliele trovare ancora calde fatte cnle mie mani, ciao Serena e grazie.

Blueberry ha detto...

adorissimooooo!!!

Barbara ha detto...

Ciao Serena, grazie per avermi indicata per le farciture.
Hai detto bene: la versione con meno spessore e maggiore diametro si chiama Piada romagnola di Rimini, ma la fanno così anche a Riccione.
Che bello ho sentito la tua voce! Ma lo sai che mi sono emozionata? :)

la casa della sarta ha detto...

mi sa che mi sta venendo la fame dato che sono le 13,07 adesso vado a fare qualcosa di mangiare ,sei bravissima in cucina ti seguo volentieri lili
buona giornata un bacione a tutti