venerdì, dicembre 17

Non si giudica un frico dall’abbronzatura…

 

Ma ciaooooo!! Scusate l’assenza giustificata XD ho fatto una breve vacanza (di cui vi racconterò tutto nel dettaglio prossimamente) da un’amica carissima… che si è laureata, fra parentesi ;) “solo” con… 110 XD che chifooooo XD ihihihihi brava stella :*

 

Ho mangiato un sacco di cose buoniiiiissime :) fra cui questo piatto, il frico, tipico della regione che mi ha ospitato, il Friuli; ne esistono diverse versioni, ma credo che questa, una specie di frittata a base di formaggio e patate, sia quella che più si avvicina all’originale. Appena tornata ho deciso di provarlo a fare. Lo dedico al Signor G. (non Giorgio Gaber XD), il papà della mia amica, che è un cuoco straordinario ;)

frico5 copiacf copia

Non sarà venuto come il suo, Signor G., ma mi creda… si avvicina molto :D poi per una principiante… son soddisfatta sì :)

La ricetta, passo passo, che vedete realizzata dal Signor G. in persona, la potete vedere qui;

non fatevi ingannare dal colore della crosticina ;) è un po’ abbronzata sì, ma non è bruciata… è buoooona ;)

frico4copf

Frico Friulano del Signor G.

Ingredienti (quelli usati da me per una teglia di 22-24 cm di diametro)

400 g di montasio (o altro formaggio fresco) (da levare la crosta, quindi il netto era un po’ meno) a pezzettoni grossi (2x2cm)

3 patate medie affettate sottili (io cubetti piccoli)

2 cipolle affettate sottili

olio

sale grosso

pepe

 

Rosolare in una padella NON GRAFFIATA, ANTIADERENTE, con dell’olio, la cipolla, quindi aggiungere le patate, e portare a cottura (è già buono così XD ), aggiungendo acqua se serve, per non far attaccare; salare e pepare (poco: ricordatevi che dopo ci penserà il formaggio ad insaporire, quindi non esagerate);

unire il formaggio, coprire, mescolando di tanto in tanto, in modo da farlo sciogliere bene, su fuoco dolce, e in modo da amalgamare il tutto; quando il formaggio si sarà sciolto completamente (circa 30 minuti), far fare una crosticina, quindi girare il frico aiutandosi col coperchio, e far cuocere anche dall’altra parte, circa 30 minuti, facendo fare la crosticina;

servire caldo.

 

Il bravissimo Signor G. fa scolare il grasso del formaggio (ne butta fuori tanto) in un altro recipiente… io ci ho provato, ma non ci son riuscita :(

è un piatto unico, io l’ho servito con verdure al forno;

nei ristoranti lo servono a fine pasto, con la polenta e…, come mi ha detto il Signor G., una pistola XD (della serie, dopo un pasto completo, del frico con la polenta, tiriamoci un colpo che siam a posto XD )

 

frico copiaf

frico3 copia copiaf

frico2 copia copia copiaf

13 commenti:

ELel ha detto...

Ma che brava, a vederlo sembra fatto da un friulano, complimenti! Anche se da friulana posso dirti che un frico con un formaggio diverso dal Montasio, decisamente non è un frico ;))))

Solema ha detto...

Il frico è una delle mie passioni culinarie, da buona friulana. In che località eri della mia zona? Lo faccio identico al tuo amico!!!C'è anche nel mio blog, un pò meno abbronzato!!!

Serena@TentarNonNuoce ha detto...

il prossimo lo lascio meno a prendere il sole ;) bon era il primo tentativo, ho avuto qualche problema secondo me a causa della padella, forse non perfettissima e intonsa... comunque io sono una che guarda alla sostanza più che la forma... e quella c'era :D

a me han detto qualsiasi formaggio basta non sia stagionato :) ho visto usare il montasio e ho fatto con quello :) vorrà dire che continuerò con quello :)

ero in provincia di udine ;) come ho detto... sarà svelato tutto a tempo debito ihihihih

Catarina - ReceitaseSaboresdoMundo ha detto...

Ficou com um óptimo aspecto este frico. Devia estar muito saboroso.
Gostei muito da receita.
Beijinhos

Lilly ha detto...

Non conosco il frico e quindi grazie, mi piace molto.

manuela e silvia ha detto...

Ciao! Una ricetta che non abbiamo mai assaggiato, ma che ci ha sempre incuriosito! Davvero semplice il procedimento, che quasi quasi ci facciamo un pensierino.
Ottimi anche i suggerimenti del Signor G.
Baci baci

cherry ha detto...

Cara Serena, prima d'ora non avevo mai sentito nominare questo piatto, quindi sono felice che tu me l'abbia fatto conoscere!! peccato che da qui non lo possa anche assaggiare :( .. complimenti! un bacione ;)

Solema ha detto...

Sono anch'io della provincia di Udine!!Anzi della periferia di Udine!!

Francesca ha detto...

Il frico????? Una meraviglia!!!
Mia nonna è super brava nel prepararlo!!!

Baci

Rita ha detto...

Io ne ho mangiati a chili quando sono stata a Cividale del Friuli per uno stage scolastico (eh, qualche anno fa ormai...). Il frico è buonissimo! Non a caso mi comprai un bel librino di ricette friulane (fra cui mi pare ci fosse anche la gubana...). Quasi quasi, in questi giorni di freddo... se non fosse che con la gamba rotta è un po' problematico cucinare... uffi!

Passiflora ha detto...

Buono, patate e Montasio, come resistere? complimenti per il blog e in particolare per i tuoi dolci, bellissimi(i cioccolatini nella scatola che si mangia, per esempio, sono spettacolari)
Se ti va vieni a trovarmi! Ciao

nico@spadellatore ha detto...

Oh, io la crosta bruciacchiata non riesco proprio a magnarla... quindi mi tocca inventarmi un metodo per la versione Biancaneve. ;-)

Ho visto che hai messo un bannerino al mio blog, che gentile, grazie mille!

Alice ha detto...

ti è venuto davvero benissimo...anche bello abbronzato! io adoro le cose belle colorate, pure sbruciacchiate (sì, non è salutare...però!)
l'ha visto anche il babbo ed era davvero felice che ti sia piaciuto tanto da rifarlo...s'è pure montato la testa per i complimenti che gli hai fatto! cosa mi conmbiniiiiiii Sereeee :-)