domenica, agosto 22

Cucina e natura

 

cos’hanno queste due cose in comune?

come “niente”?!?!?

dai su, riflettete un secondo…

 

no? nientenienteniente?

allora ve lo dico io… come con la natura… a volte anche la cucina non sta ai comodi nostri, ma siamo noi che siamo ai suoi comodi! >:D

perché dico ciò? perché, se fosse stato per me, sopra a questa crostata avrebbe dovuto esserci una “griglia” >:D e invece ci sono delle strisce pedonali >:D

poco male, la crostata era bella ugualmente, e ugualmente buona :P

(ah per la cronaca… : il ripieno si è ingurgitato le strisce perpendicolari a quelle che sono rimaste :D )

interaschf

Ricetta presa dal solito librino-ciofeca, con bellissime foto ma con ricette che non sempre sono testate… insomma, una ricetta che mi ispirava, ma fatta con la consapevolezza che probabilmente non sarebbe riuscita :D diciamo che è riuscita a metà :D perché ho usato metà della ricetta >:D

l’altra metà è frutto di mie correzioni e rivisitazioni >:D

quindi, io vi scrivo prima la ricetta originale, poi quello che ho fatto io :D

Torta delizia di cioccolato

pasta frolla:

250 g di farina

150 g di burro

150 g di zucchero

1 uovo e 1 tuorlo

1/2 bustina di lievito

vanillina

1 limone non trattato

 

Preparare la pasta frolla mescolando farina e zucchero; unire l’uovo e il tuorlo, unire il burro ammorbidito a temperatura ambiente, il lievito, la vanillina e la scorza di limone. Impastare velocemente sino ad ottenere un impasto omogeneo. Metterlo in frigo per 30 minuti.

Nel frattempo preparare il ripieno.

 

Ripieno:

150 g cioccolato fondente

120 g zucchero

50 g panna da cucina

1 uovo

vanillina

 

Sbattere uovo e zucchero fino ad ottenere un composto spumoso e soffice; unire la panna e la vanillina; unire il cioccolato fuso e raffreddato: la crema dovrà risultare omogenea e morbida;

 

Stendere la pasta frolla in una sfoglia non troppo sottile, foderarvi la teglia imburrata e infarinata e versarvi la crema al cioccolato; decorare la superficie con strisce di pasta frolla; cuocere in forno preriscaldato a 160/170°C per circa 30 minuti.

Sfornare, lasciar raffreddare, e servire tagliata a fette.

***

RIVISTA E CORRETTA

Fare la pasta frolla come da ricetta (io ho messo 5-6 g di lievito, non 8=mezza bustina); metterla in frigo (non 30 minuti: io non mi fido a lasciare “inattivo” per così tanto un impasto che ha il lievito);

preparare il ripieno (credo di aver usato, per sbaglio, cioccolato al latte, ma non ha influito sul risultato finale ;) ): io ho usato 1 uovo e 1 albume,  l’albume rimasto dalla frolla, perché mi scocciava buttarlo o metterlo in freezer (se voi non vi fate di questi scrupoli, fate con l’uovo e il tuorlo); consiglio di usare una parte dei 50 g di panna (io ho usato proprio quella per i tortelloni… chissà se loro intendevano quella??) per sciogliere il cioccolato, così non secca troppo e non si rapprende subito appena levato dal calore (io l’ho sciolto nel microonde);

non era specificato il diametro della teglia: dopo aver fatto da cavia, consiglio un 24 cm (io ho usato la 22, e lo strato di crema è venuto un po’ più alto di quello della foto nel libro); cottura a 180°C per 40/45 minuti;

non è specificato nulla nel libro, ma io consiglio di farla raffreddare in frigo (la crema si rassoda, visto che non c’è farina – la foto sotto è stata scattata prima del “trattamento frigo”), e di conservarla anche in frigo (sempre se non la finite tutta subito ;) )

visto ciò che è accaduto alla mia griglia di frolla, secondo me verrà altrettanto bene, e sarà anzi forse più bella, senza griglia, versando cioé la crema nel guscio di frolla (foderate anche i bordi della teglia), e cuocendo subito la torta :)

crost2reokf

credo di aver detto tutto :)

Buona domenica

 

S.

5 commenti:

arabafelice ha detto...

Mi hai fatto sorridere, ma io trovo la tua crostata davvero molto bella così, con le strisce pedonali :-)

E che sia iper golosa, lo dice da sola ;-)

elenuccia ha detto...

Eccola!!! la ricetta di quella meraviglia cioccolatosa con cui ci avevi tentato ;) più la guardo e più penso che debba essere deliziosa. Mi fido della tua versione super golosa!

Trattoria da Martina ha detto...

deve essere di un buono! MMhhhh

Lucrezia ha detto...

Sere!!!!!!!!Ciao nipotina..mi manchi tanto!!Ti mando un abbraccio affettuoso..che bella ricettina comunque..brava!!

Anonimo ha detto...

Ciao Serena! Ieri ho provato questa bontà, seguendo direttamente la tua versione (e, a onor del vero, apportando una piccola modifica: ho messo quasi 90 g di panna da cucina, per finire la confezione :-))è stata un successone! Grazie della ricetta!
Valentina.