martedì, luglio 2

Il pane arabo, finalmente (ed esattamente come lo volevo io)

Al supermercato della mia città si trovano dei panini tondi, alti un paio di centimetri e forse anche qualcosina in più, abbastanza bianchi e dalla mollica sofficissima. Li chiamano "pane arabo".

E dunque l'ossessione di rifarli fatti in casa, uguali. Incredibile, non ci credevo neanche io... ci sono riuscita.

Avevo guardato tante ricette, prima di scegliere questa. Ma adesso che l'ho testata, non ne proverò altre :)



Panini arabi 
da qui

Ingredienti:
per 6 panini

500 g farina (400 g manitoba + 100 g 00)
300 ml acqua 
3 g di lievito di birra
10 g sale
2 cucchiaini olio extra vergine di oliva



Preparazione:

impastare tutti gli ingredienti, aggiungendo il sale verso la fine della lavorazione, e impastare per almeno 10 minuti fino ad ottenere un impasto elastico;

lasciar lievitare 12-14 h in ciotola, coperto di pellicola; (io ho impastato la sera verso le 19 e ripreso l'impasto verso le 10 del giorno successivo)

dividere l'impasto in 6 porzioni, ricavare da ognuna una pallina da stendere col matterello (io ho fatto con le mani, come si fa con l'impasto della pizza al piatto) fino ad uno spessore di più o meno 1 cm (diametro del panino di 10-12 cm circa), e disporre i dischi ottenuti su una teglia foderata di carta forno;

lasciar raddoppiare l'impasto (1 oretta e mezza circa);

cuocere in forno preriscaldato a 240°C per 10-15 minuti.



Note:

se volete usare 12 g di lievito, la prima lievitazione a palla dura 30 minuti, la seconda fino al raddoppio; io per motivi di salute uso meno lievito possibile (e comunque il volume dei panini, da stesi a cotti, è triplicato)

io dopo 5 minuti ho abbassato il forno a 200°C, perché non li volevo troppo colorati (anche se, così, sono venuti fin troppo pallidi, e nonostante qualcuno abbia pensato che stessero ancora lievitando... no, erano cotti!!);

Rosa li inforna sulla refrattaria calda, a lei dentro vengono vuoti, perfetti da farcire: non so se sia lo shock termico a creare la tasca interna, ma io li volevo esattamente come mi sono venuti, pieni di mollica, sarei rimasta delusa se mi fossero venuti con il vuoto interno (come temevo);

ho aggiunto un po' d'olio per paura che i panini restassero morbidi per troppo poco tempo (l'olio avevo la speranza che me li tenesse morbidosi più a lungo :) )


Niente di più facile :) ma sono stati apprezzatissimi! Il primo se ne è andato per pranzo!! La prossima volta li farò colorire un po' di più ;)

7 commenti:

Elena ha detto...

in realtà i panini arabi non hanno dentro la mollica ma semplicemente una bolla di aria, ma i tuoi sono ugualmente invitanti e ti prometto che proverò anche perchè la mia ricetta prevede la pasta madre mentre questa il lievito di birra ed è utile per quando non mi va di rinfrecare la pm. baci
P.S. il codice è davvero illegibile e si fatica a lasciare un commento perchè si perde la pazienza!

Silvia ha detto...

Che belli!!! anche a me piace molto il pane arabo perchè ha pochissimo lievito...
Però non riesco a starti dietro, devo ancora fare il ciambellone, ma ho comprato il latte condensato.

Maria Grazia ha detto...

faccio spesso il pane e mi piace variare. Ma il pane arabo non l'ho mai provato! Grazie per l'utilissimo spunto!
Buon pomeriggio!

mari_angela ha detto...

belli belli belli :)))

elenuccia ha detto...

Fantastici, hanno un'alveolatura magnifica e sembrano proprio molto soffici. A me invece piacciono così pallidini :)

Adele D. ha detto...

Quel pane arabo si vede delizioso, è cosi morbido che è il mio pane preferito,non vedo l'ora di farlo in casa, mi copio la ricetta subito.Un abbraccio

Rosa - MY LITTLE WORLD.....in the kitchen - ha detto...

Bellissimi! ;)