martedì, ottobre 29

Raviole rosa

 

Ti accorgi di non conoscere bene tuo marito, quando gli prepari i tortelli dolci (raviole) e ne lasci qualcuno bianco APPOSTA per lui (perché sei SICURA che non gli piacciano quelli rosa) e lui arriva in cucina e dice “io mangio quelli rosaaaaaa!!!!!!!” –_- bene, non avevo capito niente… Ma io faccio le magie, e quei 5 tortelli bianchi, sono diventati rosa anche loro!!

 

I tortelli dolci sono molto comuni dalle mie parti, si fanno fritti o al forno (nel caso si facciano fritti la pasta è diversa da questa), ripieni di marmellata, crema, e ripieno di castagne (a Natale). Si fanno bianchi semplici, oppure, spennellandoli con poco latte, si possono spolverizzare di zucchero o granella di zucchero.

Ma i miei preferiti restano quelli rosa. E, a quanto pare, non solo i MIEI preferiti… Perché “più zucchero c’è, meglio è”…

raviole dolci002

Praticamente sono dei mini-bensoni. Un involucro di pasta frolla farcito (tradizionalmente si usa marmellata di prugne o, nel bolognese, mostrarda). Per quelli nella foto (risalenti a due anni fa) avevo usato l’impasto del bensone. Per quelli di oggi, ho scelto la frolla di Elena.

 

Raviole (tortelli dolci)

da qui

  raviole dolci001  

Ingredienti:

per 12 pz. circa

 

250 g farina 00

100 g zucchero

60 g burro morbido

1 uovo e 1 tuorlo

2-3 cucchiai latte

scorza limone

pizzico di sale

1/2 cucchiaino di levito per dolci

farcitura a piacere (marmellata di prugne per quelli tradizionali, io ho usato marmellata di mele e di more di mia produzione)

alchermes

zucchero

 

Procedimento:

impastare tutti gli ingredienti come per una frolla, aiutandosi con un po’ di latte se serve;

mettere l’impasto a riposare un’ora in frigo, avvolto nella pellicola (io l’ho usato subito);

stendere l’impasto spesso 5 mm (scarsi), mettere dei mucchietti di marmellata distanziati, piegare la sfoglia sopra i mucchietti, chiudere bene premendo con i polpastrelli tutto intorno alla marmellata, e usando un taglia pasta (il mio aveva il bordo festonato), tagliare dove si è schiacciato con i polpastrelli, formando delle mezzelune (ravioli);

cuocere a 180°C per circa 15/20 minuti, fino a doratura.

Se li si vuole rosa, una volta che si sono raffreddati un po’, passare la parte superiore, VELOCEMENTE, nell’alchermes, e poi in un piatto con dello zucchero (come si fa per le peschine dolci), in modo da far aderire bene lo zucchero alla parte rosa.

Lasciar rapprendere la copertura per un paio d’ore.

raviole dolci003

raviole dolci004

3 commenti:

Aria ha detto...

anche mio marito li adora, glieli farò! ma lui vorrebbe quelli di castagne che io non so fare :(

elenuccia ha detto...

Grazieeee! sono felice che tu li abbia provati. Sai che invece io non ho mai provato la versione rosa? ora mi hai fatto proprio venire voglia di verificare se è vero che "più zucchero c'è meglio è" :)

ivana bonardi ha detto...

Ciao che bel blog complimenti... ti seguo :)

Stampi in silicone